DISTROFIA MIOTONICA DI TIPO 1: UN PASSO AVANTI NELLA SPERIMENTAZIONE VERSO LA TERAPIA GENICA

https://www.grupposandonato.it

Lo studio coordinato da Germana Falcone dell’Istituto di biochimica e biologia cellulare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibbc) che partecipa al progetto l’Unità di Cardiologia Molecolare presso l’IRCCS Policlinico San Donato, e finanziato da Fondazione Telethon, mostra la realizzazione di un sistema di editing genomico basato sull’uso di CRISPR-Cas9 che elimina definitivamente la mutazione che causa la patologia. Al momento il sistema descritto nello studio mostra buoni risultati a livello molecolare e si sta perfezionando lo studio preclinico su modello murino.
La Distrofia Miotonica di tipo 1 registra una prevalenza di 1 caso ogni 5000 persone ed è la forma più comune di distrofia muscolare negli adulti. Coinvolge diversi organi, in particolare i muscoli e il sistema nervoso centrale, provocando disturbi della funzionalità cardiaca, atrofia muscolare e alterazione delle funzioni cognitive. Nelle forme più gravi compromette gravemente la qualità e l’aspettativa di vita. Per questo motivo, la terapia genica potrebbe rappresentare una svolta nel decorso della malattia.

In Evidenza

Z

NEWS

i

DOCUMENTI

01.11.2021 - Scarica la nuova edizione del report ATMP FORUM

22.02.2022 - Le terapie CAR-T in Italia: sfide ed evoluzione del contesto organizzativo

EVENTI

w

INTERVISTE

ATMP FORUM ha intervistato i Relatori dell’evento “PRESENTAZIONE DEL QUARTO REPORT ITALIANO SULLE ATMP” del 19 Ottobre 2021

Scopri di più ›


ATMP FORUM AWARD ha intervistato i RICERCATORI ITALIANI che hanno partecipato al Bando del SECONDO ATMP FORUM AWARD, presentando un Progetto di Ricerca in ambito ATMP

Scopri di più ›


ATMP FORUM ha inziato un approfondimento nel mondo delle ATMP attraverso interviste dedicate agli esperti nel settore delle terapie avanzate in Italia.

Obiettivo è fare il punto sullo scenario attuale e futuro delle ATMPs in Italia: nuovi progetti di ricerca? Nuove speranze per i malati?

Scopri di più ›